oshotimes

Benvenuti all’Osho Times in rete

La rivista interamente dedicata alla visione di Osho che da più di trent’anni ti porta a casa l’arte della meditazione

Il primo numero di Osho Times è uscito nel lontano 1988... a quel tempo era un tabloid di una trentina di pagine, perlopiù la traduzione del corrispondente in inglese. Negli anni si è evoluto molto... Fino all’elegante rivista dei nostri giorni.

La rivista stampata resta il nostro impegno principale per comunicare la visione di Osho nel modo più variegato, immediato e (negli anni) completo possibile, in questo viaggio senza fine che è l’evoluzione dell’individuo nelle parole di Osho.

Sulla rivista – e se ancora non ti è capitato di sfogliarne una approfittane per leggerla qui on-line – affrontiamo mese per mese temi molto vari legati alla meditazione, alle relazioni, ai diversi percorsi di crescita personale, ai diversi paesaggi che si incontrano nel misterioso viaggio interiore. E ogni volta sia con esperienze di vita vissuta, che con brani di Osho rari e inediti.

Qui in rete ne trovi un assaggio, aggiornato ogni due settimane con nuovi articoli e un editoriale inedito.

Buona esplorazione quindi!

L' Editoriale

Oggi voglio condividere una cosa che avevo scritto per l'Osho Times cartaceo qualche mese fa subito dopo un ritiro di meditazione a Miasto l'autunno scorso. Una delle ultime occasioni di fare qualcosa in presenza, prima che ci chiudessero di nuovo tutti per la seconda ondata di covid.
L'avevo scritta a caldo, mi era uscita di getto dopo l'esperienza che mi aveva lasciato come sempre stupito, nonostate partecipo a ritiri di Osho Vipassana da tanti anni, perché era proprio come se fossi stato in Tibet per 5 giorni. Fuori dal mondo, ma profondamente dentro di me. Come se fossi stato ai piedi di un Buddha, in meditazione insieme ad altri diecimila monaci, da qualche parte nell’Himalaya.
Parlo della Osho Vipassana a Miasto con Shunyo, a metà settembre scorso, un appuntamento con la meditazione profonda che per me si ripete ogni anno, a volte anche più di una volta all’anno. Mi è venuto in mente il Tibet e per tutto il tempo l'ho avuto intorno come vero.


Tibetan monks


Del Tibet avevo avuto già in passato un forte assaggio, come una consapevolezza di esserci stato davvero in qualche vita passata in cui la meditazione era per me un percorso totale che coinvolgeva tutta la mia vita, con la mia bella tunica bordò e tutto il resto...

Articoli

A scuola di Vipassana

Con Osho...  

Un raro brano di Osho 
dalla rivista Osho Times

 

 

Osho

Qualunque cosa sia, guardala come un testimone. Non desiderare che ci sia e non desiderare che sparisca. Non attaccarci il tuo desiderio; non attaccarti affatto.

Avrai molte esperienze piacevoli, ma non aggrapparti ad esse, lasciale andare. Devi ricordare che deve arrivare un tempo in cui non ci saranno più esperienze; ci sarà solo il testimoniare, solo il testimone. Non deve esserci alcun oggetto da osservare, solo l’osservare in sé, un semplice rispecchiare. Sii molto consapevole di questo.

Nel frattempo, molte cose accadranno durante la meditazione. Ci saranno esperienze piacevoli, come l’apparire di una fragranza che ti emozionerà, o un’esplosione di colori come se fosse scoppiato un arcobaleno! Vedrai anche che i fiori stanno sbocciando ed è arrivata la primavera; farai esperienza di molti tipi di luci, suoni e musica. A volte ti sentirai così senza peso da riuscire a volare nell’aria... 

Il dono della visione

Anatta ci invita in un bellissimo viaggio nel mondo dello sciamanesimo  


Da un articolo apparso su Osho Times

 

Sciamanesimo
 

 

Lo sciamanesimo è una tra le più antiche forme di spiritualità, le cui conoscenze, rivolte soprattutto alla medicina sacra, sono state tramandate in tutto il mondo fino ai giorni nostri, una porta che ci conduce a varcare le soglie della coscienza e a ritrovare le dimensioni del nostro Sé interiore, ad aprire i nostri canali intuitivi e a farci ricordare la nostra profonda connessione con il divino. 

La Via Sciamanica è il ponte che ci ricongiunge con il principio, l’origine della vita, che ha dimora in ogni forma e in ogni dove nel creato; ci infonde il senso del coraggio e dell’avventura, incoraggia la crescita e la trasformazione personale e ci invita ad entrare più profondamente nella ricerca interiore, nella meditazione e nella preghiera. 

È una via sacra che ci svela i misteri dell’energia e di tutto quello che si cela dietro il velo delle apparenze...